Prospettive poetiche sul tema della trasformazione.

A voce, come?

…è che pensavamo: Dante in un’ora non lo puoi raccontare e nemmeno la fioritura dei ciliegi, tanto meno quelle otto battute di Wagner (hai presente quali?) o quell’esperienza trasformativa (per quella non basta una vita).

Così abbiamo immaginato un rassegna in cui gli ospiti portano a galla l’ultima perla pescata in angoli privati di oceano; un gruppo di spettatori (meglio: partecipanti) che si gode nuove domande; la musica come uno squarcio inatteso di luce durante un tragitto sotterraneo. E poi almeno una lacrima e una risata, senza rimandare ciò che sta in mezzo.

Cerchiamo di condividere riflessioni che valorizzino il tessuto sociale, che diventino l’occasione estesa di riflettere sul rapporto che abbiamo gli uni con gli altri. Non restano tracce, né video né audio: solo il momento, per chi avrà piacere di ricordare.

In tante e tanti hanno già abbracciato quest’idea (puoi scoprirne i nomi nella sezione ospiti).

Fin quando è così, continuiamo a incontrarci. A Padova, a Verona o dove sarà.

Scopri il calendario degli appuntamenti. Il Resto a voce.

Davide Antonio Pio

Direzione artistica e conduzione.

Davide Susanetti

Rifrazioni mitiche.